Milenkovic, Dragusin, Lovato e Tomiyasu: cosa riserva il futuro?

Su Nikola Milenkovic Inter e Milan sono pronte ad entrare in azione. L’anno scorso la Fiorentina alzò un muro da 40 milioni di euro ma nel frattempo il difensore serbo non ha accettato di prolungare il contratto in scadenza nel 2022. Il suo prezzo è già crollato. Ora in casa viola si parla di richieste da 25 milioni. Magari a luglio scenderà ancora questa quotazione. Lo sperano le pretendenti che hanno inquadrato l’obiettivo ormai da tempo. Non è una partita semplice, perché Rocco Commisso ha dimostrato di saper fare bene i conti. È vero, però, che il giocatore sta dando il massimo per la salvezza, sapendo che a fine stagione otterrà di fare il grande salto. Ma qual è la sua scelta? Pioli lo ha lanciato in maglia viola: il feeling è rimasto, tanto più se i rossoneri conquisteranno un posto in Champions League. Ma anche l’opportunità interista lo solletica. Nella difesa a tre di Conte, poi, può fare la sua parte. Del resto il club nerazzurro ha scelto di separarsi a fine stagione sia da Ranocchia che da Kolarov. Così per lui si libera un’autostrada…

Su Takehiro Tomiyasu il Milan si era fatto avanti per lui, offrendo 15 milioni, ma i rossoblù hanno difeso quota 20 e ora si guardano intorno. Lo sta seguendo l’Everton, ma si è fatto vivo anche il Bayer Leverkusen. Non è da escludere che in estate emigri verso la Premier o la Bundesliga.

Matteo Lovato, dopo un’inizio di stagione molto brillante, ha avuto una fase di assestamento. Entrato subito nel mirino del Milan, ha poi attirato l’interesse della Roma. Il presidente Setti ha detto no mesi fa ad un’offerta di 13 milioni, ma ora tutte le carte sono rimescolate. Non sono da escludere altri orizzonti per il gioiello veneto, protagonista anche nell’Under 21.

Radu Dragusin, 19 anni, è in procinto di prolungare il contratto in scadenza con la società bianconera. La trattativa si è protratta a lungo anche per gli inserimenti di importanti club stranieri: Borussia Dortmund, Lipsia e Newcastle, soprattutto. Ma alla fine il nazionale rumeno ha deciso di sposare il progetto Juve, che prevede la sua valorizzazione nelle prossime stagioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *