Il Calcio in Rosa: Erika Santoro

Negli ultimi anni il calcio femminile sta acquisendo sempre maggiore importanza e visibilità. La risonanza ottenuta dall’ultimo Mondiale, disputatosi in Francia la scorsa estate, è stato un importantissimo traguardo raggiunto dalle donne che giocano a calcio, che adesso sperano di ottenere la qualifica di professioniste.

Noi di MagicFanta da tempo avevamo in mente di creare una rubrica che desse il giusto spazio al calcio femminile e, per il sesto episodio di “Il calcio in rosa”, abbiamo scelto la giovanissima Erika Santoro, difensore del Sassuolo

Ciao Erika e benvenuta su il calcio in rosa! Grazie per aver accettato il nostro invito!

Grazie a voi!

Come stai vivendo quest’assenza forzata dai campi di gioco? Come passi le giornate?

É un periodo difficile per tutti, io sto cercando di mantere attivo il mio corpo facendo sempre qualcosa che mi tenga impegnata. Tutti i giorni svolgo la seduta di allenamento che è stata preparata dal preparatore atletico. La maggior parte del tempo, quando non mi alleno, suono il mio bongo ed ora sto cercando anche di imparare a suonare la chitarra. Nel weekend vado molto in bicicletta parto al mattino e torno nel pomeriggio tardi.

A che età hai avuto i primi approcci con il calcio? Hai sempre saputo che sarebbe stato lo sport della tua vita?

A 7 anni ho incominciato a giocare con i maschietti nel Cervia 1920. Mi sono appassionata a questo sport perché mio fratello giocava e vedevo che si divertiva tanto. Prima, in realtà, ballavo balli caraibici di coppia. Poi ho provato anche io a giocare a calcio e da quel giorno non ho mai smesso. Grazie ai miei compagni di squadra mi sono sempre sentita considerata e apprezzata da tutti e con l’andare avanti degli anni ho pensato che potevo farlo anche io come lavoro.

San Zaccaria, Pink Sport Time (squadra della città di Bari) e da quest’anno Sassuolo: cosa significano per te queste 3 società?

Il San Zaccaria è stato il mio primo approccio al calcio femminile devo tanto a questa società perché mi hanno dato tanta fiducia fin da piccola. A 14 anni ero già in prima squadra facendo la fuori quota e mi sono tolta tante soddisfazioni: la promozione dalla serie B alla serie A, i miei primi raduni con la Nazionale, ho 4 anni di ricordi positivi che porto sempre con me.
La scelta di andare alla pink Bari è stata una scelta di vita. Volevo mettermi in gioco, dimostrare a me stessa che potevo affrontare esperienze personali e calcistiche autonomamente. Sono cresciuta e mi sono fatta le ossa. In due anni ci sono stati momenti felici e di difficoltà ma sono felice di aver concluso quello che ho iniziato. Quest’anno ho avuto la chiamata dal Sassuolo, una realtà davvero importante. Per i giovani è davvero un trampolino di lancio per mostrarsi alla nazionale maggiore e alle big del campionato ma rimane il fatto che a parer mio ha grandissimi margini di miglioramento e può competere ad alti livelli.

Allo stop del campionato con le neroverdi eravate seste in classifica: un bilancio su questa seppur incompleta stagione?

Abbiamo iniziato il campionato con un po’ di fatica perché era una squadra del tutto nuova e giovane. Ci siamo dovute conoscere e trovare l’equilibrio giusto. Ad oggi sono abbastanza contenta del posto in classifica in cui ci siamo fermate. Abbiamo lasciato qualche punto per strada ma siamo in una buona posizione.

Hai già vestito la maglia della Nazionale nell’u17 e nell’u19: cosa ha significato per te vestire i colori azzurri?

Vestire la maglia della Nazionale è sempre un privilegio, valorizza il tuo profilo e ti da modo di crescere sempre di più confrontandoti con le migliori in Italia e all’estero. Sono stata convocata anche in u23 dove il livello si alza sempre di più.
Vestire i colori della tua Nazione é una responsabilità ma è un onore immenso.

Il tuo ruolo è quello di difensore: hai avuto dei modelli a cui ti sei ispirata crescendo?

Quando ero piccola ero una grande fan di Zanetti, mi piaceva il suo approccio al calcio, molto professionale e a disposizione di tutti. La sua umiltà faceva la differenza.

Segui la Serie A (maschile e femminile)? Un calciatore ed una calciatrice che ammiri particolarmente? Hai una squadra del cuore?

A dir la verità non seguo con molta foga il calcio maschile. Un giocatore che però mi piace molto è Marcelo: tra le mille sue qualità adoro il suo saper ripiegare in entrambe le situazioni di gioco, offensiva e difensiva. Una giocatrice che ho sempre stimato è Tucceri, una mia cara amica ed ex compagna del San Zaccaria. Ha tanta eleganza nel giocare la palla e la determinazione di intervenire prendendosi grandi responsabilità e le punizioni hanno il suo nome in ogni posizione.

Come ben sai noi siamo una pagina sul mondo del fantacalcio: sai cos’è? Hai mai avuto una fantasquadra?

Ho avuto una fantasquadra ma non ha avuto grande successo, nella prossima stagione mi metterò in società con Luisa Pugnali (attaccante del Sassuolo n.d.r) che è molto competente a riguardo!

Com’è Erika fuori dal campo? Quali sono le tue passioni?

L’Erika fuori dal campo non è tanto diversa da quella dentro al campo. Sono sempre in movimento, molto espansiva ed estroversa. Ho valori che mi accompagnano in ambo le fasi così creo un equilibrio dentro di me.
Come ho già detto prima suono il bongo, anche questa passione mi è stata trasmessa da mio fratello. Abitando in una zona di mare nell’estate adoro giocare a beachsoccer e racchettoni.

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?

Il mio sogno nel cassetto è realizzarmi come donna, nella carriera e non. Avendo 20 anni, quasi 21, cerco sempre di plasmare al meglio il mio carattere e cerco sempre di imparare cose nuove. A livello lavorativo mi immagino figura portante di una squadra.

Un saluto per i nostri lettori?

Ringrazio MagicFanta per questa intervista e saluto con grande affetto tutti coloro che vi seguono.

SCARICA LA NOSTRA APP PER RESTARE AGGIORNATO ED AVERE UN COLLEGAMENTO DIRETTO AL NOSTRO SITO.
Vai sul App Store e scarica l’APP. Clicca su questo link https://apps.apple.com/it/app/magicfanta/id1480503394
Oppure per i dispositivi Andorid scarica la nostra APP su GooglePlay. Clicca su questo link https://play.google.com/store/apps/details?id=com.magicfanta

ATTENZIONE!! Abbiamo anche il nostro CANALE TELEGRAM, per non perderti nemmeno un articolo apri l’app e iscriviti! Basta cercare MagicFanta !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *