Il Calcio in Rosa: Aurora Miglio

Negli ultimi anni il calcio femminile sta acquisendo sempre maggiore importanza e visibilità. La risonanza ottenuta dall’ultimo Mondiale, disputatosi in Francia la scorsa estate, è stato un importantissimo traguardo raggiunto dalle donne che giocano a calcio, che adesso sperano di ottenere la qualifica di professioniste.

Noi di MagicFanta da tempo avevamo in mente di creare una rubrica che desse il giusto spazio al calcio femminile e, per il terzo episodio di “Il calcio in rosa”, abbiamo scelto la giovanissima Aurora Miglio, centrocampista dell’Inter.

Ciao Aurora e benvenuta su il calcio in rosa! Grazie per aver accettato il nostro invito!

Grazie a voi per avermi invitata!

Come vivi quest’assenza forzata dai campi di gioco? Come passi le giornate?

Mi manca tantissimo il campo e giocare a calcio, però ho cercato di colmare questo vuoto dedicando parte della mia giornata all’attività fisica. Solitamente al mattino ho le lezioni scolastiche online, nel primo pomeriggio studio e poi mi alleno, alternando cardio e forza ma sempre riservando un pò di tempo per fare due palleggi.

Sei cresciuta nel Brescia, dove hai fatto tutta la trafila delle giovanili: che ricordi hai di questa società?

Ho dei ricordi stupendi dei miei anni passati al Brescia. Ho iniziato dalle esordienti, fino ad arrivare in primavera ed ho avuto la fortuna di fare anche qualche allenamento in prima squadra, durante i quali ero rimasta estasiata dal modo di giocare di Manuela Giugliano.
Sicuramente poi mi rimarrà sempre il ricordo del giorno in cui fui convocata con la prima squadra per la partita contro il Chievo Verona, all’età di quindici anni. Avevo provato delle emozioni immense, anche solo nel fare il riscaldamento.
Sono stati anni in cui sono cresciuta tanto ed in cui mi hanno dato tanta fiducia.

In estate il passaggio all’Inter. Come hai reagito quando hai saputo del loro interesse?

Quando ho saputo che l’Inter era interessato a me faticavo a crederci.
Mai avrei pensato di giocare in questa squadra, che sempre era stata per me la nemica peggiore per la vittoria del campionato.
Ero molto contenta ed emozionata al pensiero di poter far parte di una società così importante e di vestire questa maglia.

Al momento militi nell’U19 nerazzurra: ti senti pronta per il passaggio in prima squadra?

Al momento, dato l’andamento della attuale stagione, sono consapevole che un mio inserimento in una serie A sarebbe un passo molto grande, forse troppo. Nonostante sia molto determinata e rappresenterebbe per me un enorme occasione per crescere, penso che prima di ciò dovrei riprendere fiducia nei miei mezzi in campo e mettere un po’ di minuti importanti nelle gambe.

Alla sospensione del campionato eravate seconde dietro la Juventus: come giudichi la vostra stagione fin qui?

Inizialmente abbiamo avuto un po’ di difficoltà, dovute al fatto che eravamo una squadra nuova e molte di noi non si conoscevano affatto. Man mano che passavano le partite, andava formandosi la nostra identità di squadra, fino a quando abbiamo preso consapevolezza del nostro potenziale, diventando una squadra matura e solida.

Il tuo ruolo è quello di centrocampista: hai dei modelli (nel calcio femminile e maschile) a cui ti ispiri?

In questa quarantena ho visto diversi video del brasiliano Dunga e sono rimasta senza parole. Dalla grande fisicità alla facilità con cui disegnava nuove geometrie, penso sia uno dei giocatori migliori che abbia mai visto giocare. In particolare modo mi ha colpita l’eleganza che aveva nel tocco di esterno destro, davvero d’altissimo livello.

Altre al calcio quali altri interessi coltivi?

Mi piacciono molto l’arte e la musica. Penso che gran parte della mia giornata sia accompagnata da qualche canzone, che rispecchia sempre il mio umore. Mi affascinano le culture e le religioni diverse dalle mie, in modo particolare il buddismo che trovo molto interessante e sul quale faccio diverse ricerche per approfondire questa dottrina.

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?

Il mio sogno più grande è quello di fare la calciatrice in una realtà nella quale venga data la giusta importanza anche al calcio femminile.
Al tempo stesso vorrei continuare a studiare e frequentare la facoltà di psicologia all’università.

Come ben sai noi siamo una pagina a tema fantacalcio: sai cos’è? Hai mai avuto una fantasquadra?

So cosa è il fantacalcio ma non ho mai avuto una squadra, anche se il prossimo anno vorrei crearla!

Un saluto per i nostri lettori?

Con la speranza di ritrovarci presto a giocare nuovamente su un campo verde ed a gioire per una vittoria, un saluto a tutti i tifosi di calcio e in particolare ai tifosi neroazzurri! Andrà tutto bene!

SCARICA LA NOSTRA APP PER RESTARE AGGIORNATO ED AVERE UN COLLEGAMENTO DIRETTO AL NOSTRO SITO.
Vai sul App Store e scarica l’APP. Clicca su questo link https://apps.apple.com/it/app/magicfanta/id1480503394
Oppure per i dispositivi Andorid scarica la nostra APP su GooglePlay. Clicca su questo link https://play.google.com/store/apps/details?id=com.magicfanta

ATTENZIONE!! Abbiamo anche il nostro CANALE TELEGRAM, per non perderti nemmeno un articolo apri l’app e iscriviti! Basta cercare MagicFanta !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *