Il Calcio in Rosa: Simona Sodini

Negli ultimi anni il calcio femminile sta acquisendo sempre maggiore importanza e visibilità. La risonanza ottenuta dall’ultimo Mondiale, disputatosi in Francia la scorsa estate, è stato un importantissimo traguardo raggiunto dalle donne che giocano a calcio, che adesso sperano di ottenere la qualifica di professioniste.

Noi di MagicFanta da tempo avevamo in mente di creare una rubrica che desse il giusto spazio al calcio femminile e, per il primo episodio di “Il calcio in rosa”, abbiamo scelto una veterana di questo sport, Simona Sodini.

Ciao Simona! Benvenuta su il Calcio in rosa. Grazie per aver accettato il nostro invito! Iniziamo parlando di questo momento delicato, come stai vivendo l’assenza dai campi da gioco?

Cerco di vivermi comunque la giornata, non nego che mi manca il rettangolo verde ed il rapporto con le mie compagne di squadra e vivermi lo spogliatoio, ma cerco in tutti i modi di non pensare alle cose negative e vivermi il presente. Ho la fortuna di avere un po’ di giardino a casa, quindi mi prendo un pò di sole quando ci sono le belle giornate e gioco con i miei figli. Mi dedico tutti i giorni tranne la domenica ad un ora e mezza di allenamento, seguendo sempre gli allenamenti giornalieri che ci da il mister e aggiungendoci a volte qualcosina più appropriata .

Cosa ti ha spinto a scegliere il calcio come sport della tua vita?

In realtà nasco con la passione del calcio. Già a 3 anni giocavo continuamente con il pallone, staccavo la testa alle bambole che mi regalavano per giocare a calcio. Passione comunque trasmessa da mio padre.

Hai sempre avuto la convinzione di poter sfondare in questo mondo?

Sono sempre stata e sono una persona molto determinata quindi quando mi metto in testa qualcosa è difficile che non la ottengo! Mi piace fare di tutto per arrivare agli obiettivi prefissati. Da bambina dicevo sempre che il calcio sarebbe diventato il mio lavoro e così è stato.

Ripercorrendo la tua carriera hai vinto da giovanissima uno scudetto con la maglia del Milan, realizzando 9 reti. Che ricordi hai di quella esperienza?

Lo scudetto del Milan è stata una sorpresa, ero tanto giovane, ho fatto 9 reti pur non giocando titolare. Era una squadra fortissima, probabilmente oggi sarebbe ancora la più forte, una squadra composta da giocatrici italiane e straniere davvero davvero forti. Era la mia prima esperienza fuori di casa, ed ero felicissima per come è andata, il mio primo scudetto un sogno per una ragazzina di 14/15 anni.

Tra le tante maglie indossate hai vestito le casacche delle due squadre di Milano e di Torino, un po’ come Aldo Serena! Ti hanno mai accostata a lui?

Si ho vestito le loro maglie ma sinceramente non sento appropriato questo paragone, probabilmente perché Serena aveva caratteristiche calcistiche completamente diverse dalle mie. Però se succedesse ne sarei comunque onorata!

La nostra è una pagina incentrata sul fantacalcio, sai cos’è? Lo hai mai fatto?

No non l ho mai fatto! So che è un gioco virtuale dove si fanno le squadre comprando i giocatori e si sfidano virtualmente.

Giocando come attaccante quali sono stati i tuoi modelli? Hai avuto una giocatrice o un giocatore al quale ti ispiravi?

Non mi sono mai ispirata a nessuno sono sincera, sono sempre e solo voluta essere me stessa con la mia testa, i miei pregi e difetti. Mi è sempre piaciuto Maradona, e dei giorni nostri Del Piero e Messi .

La squadra alla quale sei più legata?

La squadra a cui più sono legata è il Torino ho giocato 12 anni con loro, con più di 150 gol e con me ho ricordi indelebili di tante stagioni.

Segui il campionato di Serie A femminile? Qual è per te la migliore giocatrice al momento?

Si certo, conosco bene ancora tante giocatrici. A me personalmente piace ed è sempre piaciuta Manuela Giugliano della Roma. Tecnica e fantasia, dovrebbe solo migliorare nella personalità ed essere più trascinatrice ma credo che sia un grande talento.

Augurandoti il meglio per il tuo futuro professionale ti chiediamo quali sono i tuoi progetti per il presente e per quando e se deciderai di smettere di giocare?

Sto valutando. Per ora pensavo di fare ancora un altro anno calcistico e nel mentre appunto decidere anche che fare per il prosieguo. Ci sono diverse idee ma tutte sono da valutare.

SCARICA LA NOSTRA APP PER RESTARE AGGIORNATO ED AVERE UN COLLEGAMENTO DIRETTO AL NOSTRO SITO.
Vai sul App Store e scarica l’APP. Clicca su questo link https://apps.apple.com/it/app/magicfanta/id1480503394
Oppure per i dispositivi Andorid scarica la nostra APP su GooglePlay. Clicca su questo link https://play.google.com/store/apps/details?id=com.magicfanta

ATTENZIONE!! Abbiamo anche il nostro CANALE TELEGRAM, per non perderti nemmeno un articolo apri l’app e iscriviti! Basta cercare MagicFanta !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *